Psoriasi e Medicina Funzionale

Oggi, Martedì 29 Ottobre si celebra la Giornata Mondiale della Psoriasi. E’ un evento creato nel 2004 dall’IFPA (International Federation of Psoriasis Association), associazione il cui scopo principale è quello di sensibilizzare le istituzioni socio sanitarie, medici e pubblico nei confronti di questa malattia autoimmune che spesso viene sottovalutata. 

In Italia sono circa 3 milioni le persone colpite da psoriasi e la diagnosi precoce diventa fondamentale dal momento che terapie specifiche ancora non ci sono. 

Un approccio diverso dai consueti canali della medicina tradizionale nei confronti di questa patologia può essere fatto tramite la medicina funzionale.

Sabato 6 Ottobre, ho avuto il piacere di partecipare ad un evento organizzato dai fondatori del Metodo Apollo che si basa sulla medicina e nutrizione funzionale per la gestione delle malattie autoimmuni ed in particolare della psoriasi. 

Programma dell'evento Metodo Apollo 20 anni con noi con la tessera della Dott.ssa Paola Proietti Cesaretti
Programma Evento Metodo Apollo “20 anni con noi”, Bologna, 6 Ottobre 2019

Durante l’evento ho avuto modo di conoscere dei professionisti di alto livello che hanno divulgato le ultime novità nel campo della medicina funzionale applicata ai disturbi legati allo stato di infiammazione sistemica dovuta anche all’alimentazione scorretta e allo stress che lo stile di vita moderna ci impone. 

La medicina funzionale non risolve il disturbo partendo dal sintomo come fa la medicina tradizionale, ma valuta principalmente la persona nel suo insieme analizzando lo stile di vita, il benessere psicofisico e l’alimentazione. 

Alcune delle condizioni che secondo la medicina funzionale definiscono uno stile di vita corretto sono:

  • alimentazione sana e specifica per la persona
  • essere normopeso
  • svolgere attività fisica costante
  • riuscire a gestire dello stress
  • utilizzo dei farmaci correttamente e solo quando necessario 

Da qui si capisce che per garantire una buona valutazione della persona e del suo disturbo sia estremamente importante un approccio integrato tra professionisti come ad esempio il medico, il nutrizionista o lo psicologo. 

Da questo evento ho avuto non solo un arricchimento dal punto di vista professionale, ma anche personale.

Lascia un commento