The Wealthy Spoon

Perché ho scelto thewealthyspoon come titolo del mio blog? Ho sempre pensato che fosse possibile raggiungere e mantenere il proprio peso ideale senza costrizioni o drastiche rinunce.

Si può fare grazie ad un’alimentazione sana ed allo stesso tempo ricca: sana in quanto le proprietà naturali degli alimenti sono preservate e ricca perché ci fornisce i macronutrienti di cui il nostro organismo ha assolutamente bisogno nel corso della giornata.

Mi piace l’immagine del cucchiaio – che simboleggia la cucina quotidiana – associato alla ricchezza: ricchezza degli alimenti e delle loro proprietà nutritive.

E’ importante riscoprire il piacere della cucina che oggi è possibile fare in tempi assolutamente compatibili con gli impegni quotidiani.

Può diventare non solo un piacere, ma soprattutto la via per accedere ad un’alimentazione più attenta su cui costruire uno stile di vita salutare.

L’alimentazione sana e equilibrata assieme ad uno stile di vita sano sono i due pilastri su cui si fondano la prevenzione ed il contrasto alle patologie più importanti del nostro tempo, quali il tumore, le malattie cardiovascolari e l’obesità.

La riduzione dei fattori di rischio si può ottenere modificando la propria alimentazione ed il proprio stile di vita.

Nel corso della nostra vita sopravviene il momento di prendersi cura maggiormente del nostro organismo: il cambiamento del metabolismo fa sì che le abitudini di prima non siano più adeguate.

Spesso reagiamo iniziando un’attività fisica oppure riprendendo un’attività sportiva da tempo tralasciata.

Tuttavia, se diventa un vero e proprio tentativo di cambiamento di stile di vita, allora è assolutamente necessario che sia preceduto da una valutazione ed da un eventuale adeguamento del proprio regime alimentare.

Infatti, praticare un’attività sportiva in assenza di una nutrizione adeguata ed equilibrata può risultare essere un rimedio peggiore del male: si possono generare traumi le cui cause risiedono in carenze nutrizionali di cui siamo inconsapevoli.

Ad esempio, una carenza dell’apporto di minerali specifici – dovuta ad una nutrizione non bilanciata – può portare ad un indebolimento della struttura ossea di cui possiamo non essere consapevoli (soprattutto a causa della sedentarietà).

In tali condizioni, l’adozione di una pratica sportiva può comportare eventi traumatici (anche fratture) che – anche, qualora, fossero facilmente risolvibili – sono pur sempre degli ostacoli che si oppongono al cambiamento dello stile di vita.

In altri casi, la nostra iniziativa potrebbe avere vita breve perché scopriamo che ci costa grande fatica praticare l’attività sportiva, ovvero ne risultiamo esauriti invece di provarne benessere.

Infine, se la nutrizione non è adeguata al nostro fabbisogno, allora l’attività sportiva ci può causare sofferenze perché potremmo perdere massa muscolare (sarcopenia) ed essere affaticati.

Si instaura un circolo vizioso in cui, l’attività fisica anziché essere un sollievo, diventa un aggravio per il nostro organismo. La conseguenza inevitabile sarà un abbandono della pratica sportiva dopo l’entusiasmo iniziale.

Altri casi possono essere portati ad esempio per spiegare le difficoltà che possiamo incontrare non solo per i cambiamenti dovuti al corso naturale della nostra vita, ma anche in occasione di eventi i cui effetti possono essere acutizzati in un organismo vulnerabile.

Il messaggio che dobbiamo fare nostro è che la cura della propria alimentazione è il primo passo da fare, non solo per adattarsi ad un cambiamento del nostro metabolismo, ma anche per sostenere il cambiamento che vogliamo fare nel nostro stile di vita.

Una dieta equilibrata e basata su un’alimentazione sana garantisce al nostro organismo le risorse necessarie e sufficienti per il nostro stile di vita.

Possiamo sostenere gli impegni quotidiani e fronteggiare meglio i fattori di disturbo più frequenti, uno dei quali è certamente lo stress.

Su questa base è possibile avviare il percorso che ci porta verso il nostro peso ideale. E’ un piano che ci permette di ottenere benefici progressivi sostenibili a lungo termine.

Creiamo così le condizioni ideali per intraprendere attività sportive che possono essere anche importanti perché adesso sono ben sostenute dall’organismo.

Si instaura così un circolo positivo in cui l’attività fisica apporta benessere e rafforza la motivazione della persona a seguire il regime alimentare virtuoso.

Intraprendere questo percorso può essere estremamente gratificante per noi stessi come individui. Solo quando lo realizziamo veramente, ne comprenderemo l’importanza per le nostra salute e per il nostro benessere.

In quel momento, non vorremmo più esserne coinvolti come individui ma vorremmo che ne fossero partecipi anche i nostri familiari. Può essere allora importante il ruolo della cucina, inteso come pratica quotidiana.

Non parlo della cucina di altri tempi, che richiedeva grandi sforzi e notevole dispendio di tempo, spesso totalmente sulle spalle delle nostre madri. Una cucina, tuttavia, di cui spesso serbiamo un piacevole ricordo che ci riporta a riti lontani e profondi.

Oggi è possibile riscoprire il piacere della cucina per noi e per i nostri familiari anche nei ritagli di tempo delle nostre giornate così impegnate. La tecnologia in cucina, l’accesso veloce all’informazione e la guida di una nutrizionista sono risorse che lo permettono.

E’ possibile quindi non solo ritrovare il piacere della cucina, ma anche contribuire sostanzialmente al benessere nostro e dei nostri familiari. Anche se non recuperiamo le antiche pratiche, possiamo rivivere il rito della cucina nel calore della nostra famiglia.

La cucina e l’alimentazione familiare al centro, la nutrizione ricca per sostenere noi e le nostre nuove iniziative.

Per tutto questo, mi piace pensare che thewealthyspoon rappresenti bene i contenuti del mio lavoro e di questo blog.