Convivialità e piacere di mangiare sano

Le Festività Natalizie rappresentano un momento di gioia, di relax e di convivialità assieme alle persone care. 

Spesso però, tra una festa e l’altra, ci si ritrova a mangiare più del necessario cibi più calorici del solito e non sempre adeguati allo stile alimentare quotidiano. 

Il rischio è quello di non digerire bene e di soffrire dei disturbi legati all’eccesso alimentare (mal di testa, gonfiore, nausea). 

Non solo, ma il rischio è anche quello di trovarsi con qualche chilo di troppo al termine delle festività annullando così gli effetti positivi del protocollo alimentare che si sta seguendo.

La soluzione è quella di seguire alcune semplici regole e di preparare dei menù leggeri, facilmente digeribili e che siano contemporaneamente sfiziosi, gustosi e originali.

Decalogo per le festività

  1. Concentrarsi più sulla qualità che sulla quantità dei prodotti alimentari che arriveranno sulle nostre tavole a Natale. Tra i vari alimenti scegliamo quelli meno elaborati, processati e conservati. Ad esempio scegliete un buon panettone artigianale piuttosto che uno confezionato, mettete sulla tavola frutta e verdura di stagione, comprate la carne proveniente da piccoli allevamenti controllati e di fiducia piuttosto che da allevamenti intensivi. La qualità del prodotto di partenza garantisce un alimento sano e fresco sulla nostra tavola. La genuinità e la stagionalità dei prodotti alimentari sono sinonimo di salute e benessere per il nostro organismo.
  2. Idratatevi più del solito nei giorni che precedono e che seguono i giorni di festa. Preparatevi delle tisane a base di finocchio, malva e carciofo che favoriscono la disintossicazione e riducono il gonfiore addominale.
  3. Assaggiate tutto, ma dimezzando le porzioni. È giusto dare soddisfazione a chi ha preparato il cibo assaggiando ogni pietanza, ma con un occhio alla quantità! Mangiate con calma, tagliando la pietanza a piccoli pezzi, assaporandola e masticandola con calma, così favorirete la sazietà.
  4. Aumentate il consumo di fibra all’interno di ogni pasto: via libera a verdura cruda e cotta, meglio se mangiata all’inizio del pasto. Questo aiuterà a sentirvi più sazi prima.
  5. Non fatevi tentare dalle salse come maionese o simili: sono grassi difficili da digerire e altamente calorici. Evitate il pane in accompagnamento alle pietanze: antipasti, primi piatti frutta e dolce apporteranno abbondantemente tutti i carboidrati necessari. 
  6. Limitate il consumo di vino ad un bicchiere a pasto e soprattutto evitate di bere alcolici a stomaco vuoto. Prima di brindare è meglio mangiare qualcosa come delle verdure in pinzimonio, un pezzetto di Parmigiano o un paio di olive per rallentare l’assorbimento di alcol. Ricordate che gli alcolici e i superalcolici contengono le “calorie vuote”: forniscono calorie con pochissimi nutrienti. 
  7. Al termine di un pasto abbondante evitate i dolci troppo elaborati e confezionati. Se non riuscite a rinunciare ad una fetta di dolce natalizio, sceglietelo artigianale e condividete con qualcuno la vostra porzione: la soddisfazione di un dolce si esaurisce dopo i primi due bocconi, quindi assaporatelo con calma! Tra pandoro e panettone è inutile chiedere quale ha meno calorie o quale fa meno male: quando lo mangiate (con moderazione!) scegliete quello che vi piace di più, ma che sia di buona qualità e con ingredienti genuini. 
  8. Cercate di approfittare del tempo libero per muovervi facendo qualche passeggiata a passo sostenuto specialmente dopo i pasti. Vi aiuterà ad ossigenarvi e a digerire meglio.
  9. Riposatevi! Durante le festività cercate di ricaricarvi e di rispettare i ritmi del vostro corpo. Non esagerate con gli impegni, le abbuffate e le ore piccole. Le vacanze servono anche per riposare e riprendere con più energia il nuovo anno. Per favorire il riposo notturno alla sera fate un pediluvio o un bagno caldo versando nell’acqua 5 gocce di olio essenziale di lavanda
  10. Considerate che tra Natale ed Epifania passano circa due settimane, ma i giorni di festa dedicati a pranzi abbondanti e cenoni sono solo quattro: Natale, Santo Stefano, Capodanno ed Epifania. Se gli altri giorni ci si impegna a proseguire mangiando correttamente, le eccezioni delle feste diventano irrilevanti.

Al termine delle festività niente scuse! Si rientra a regime e con i buoni propositi per il nuovo anno. La tua Nutrizionista ti aspetta!

Un angelo natalizio che accompagna una porzione di mandorlato su cucchiaio di legno assieme a dei mandaranci by thewealthyspoon
Attenzione ai Dolci durante le Festività Natalizie!

Lascia un commento